Home
16 | 04 | 2014
Padova Karting Club - Comunità Kart di Padova
AUTOSPRITZ - IL FLAGELLONE PDF Stampa E-mail
Scritto da Nicola Tessari   
lunedì 31 maggio 2010 10:40

IL FLAGELLONE!!!

Di chi vuol leggere

 IV° Festa motoristica di primavera a Rubano 

Bisogna ammettere e dare atto che qualcuno  al mondo che dà un minimo di soddisfazione a noi appassionati di motori c’è ancora!
L’ottima organizzazione del comune di Rubano in provincia di Padova e la passione di gruppo di amici ha dato origine ad una manifestazione ricca di emozioni e spetacooo!
Domenica  scorsa si è svolta infatti, la IV ° festa motoristica di primavera ricavandosi uno spazio  nella zona industriale del comune di rubano e nel cuore degli appassionati.
E secondo voi il Padova Karting Club poteva mancare???
La compagine spedita dalla direzione del team a rappresentare il gruppo padovano era composta dai big dell’automobilismo mondiale.
Anche se a dire la verità alcuni hanno dato forfait per impegni improrogabili.
Nikko Grippo alias Nicola Bagatella, noto imprenditore del Veggiano accompagnato per l’occasione  dal nipote Fausto. Michelangelo Fasolo, l’artista di Villa di Teolo che non ha mancato di presentare qualche novità tecnica di cui vi parleremo a parte. Non poteva mancare il Tabacaro in veste ufficiale supportato dallo Spina che causa infortunio ha perso una giornata storica – si è rotto un braccio lavorando ma non avendo precedenti lavorativi la  faccenda mostra lati oscuri: radio box parla di crisi con la coniuge che al termine dell’ennesimo litigio ha provveduto a piegare un assale HH CRG originale sull’arto del pilota di Monselice.
Uscito con permesso  speciale dalla casa circondariale di Brescia anche una vecchia conoscenza del PKC, Ale Calaon.
Hanno mancato alla chiamata Michael Schumacher, Sebastian Vettel, Guerrino Gabellotto per precedenti impegni presi con il comune di Tribano per la XII sagra dello sparaso.
Spinti da passione e da voglia di dare spetacooo assieme al PKC c’era il management del Team di Michele Zampieri.
Oltre al kart erano impegnate anche le minimoto e auto da Drift nonché auto da rally storiche e attuali, oltre a qualche lodamaro raccolto in discarica…
Menzione speciale và a Tony Caamaro che con il suo BMW ha ripulito per bene l’asfalto.
Peccato per Mauro Spina che ha perso una bella occasione di sport.
Grandi assenti Oviler e Matteo Rotax: oramai presi con il professionismo del rotax challenger hanno saltato l’appuntamento di Rubano.

 

 

 

 

Cronaca (nera) della gara

Testo di el tabaccaro , foto el fagiano

 

Il caldo della giornata ha reso il tortuoso tracciato ricavato nel car park dell’ industirial Area di Rubano, molto faticoso e soprattutto insidioso per tutti.
Ma il nostro tabaccaro ce l’ha messa tutta per vincere l’ambito trofeo di campione di Giro Giro tondo Regionale.
Con il nuovo record di due volte per curva si è trovato in testa al campionato di 360 gradi non senza difficoltà. Sta ora pensando di lasciare il Kart per darsi al drifting.
Pittore Michelangelo in palla fino dal mattino – preparato sia fisicamente che psicologicamente all’avvenimento, concentrato al punto da non sentire neanche il caldo - ha dato non poco filo da torcere a  Michele Zampieri che ha portato a casa il record della pista. Mentre Ale e Nikko rispolveravano i vecchi cento il nipote Fausto Bagatella grippava in fondo al rettilineo – buon sangue non mente!! Mauro intanto mangiando  veleno a bordo pista – si preparava al suo futuro da fotografo sportivo

 

Fausto Bagatella

 

Nikko Grippo

 

Michelangelo (5)  Zampieri (10)

 

 

El Tabaccaro

 

Tony Caamaro

 

Glamour zone

 

Non poteva mancare al motor show di Rubano l’angolo glamour con il body painting e sexy carwash seguito con attenzione e promosso a pieni voti da  Nikko Grippo che come presidente e fondatore del MIB – Movimento Italiano per i Bricchignoli – si è ripromesso di impegnarsi prossimamente con il pittore Michelangelo in una visita pro faunistica al parco di villa Bonin, per divulgare la cultura del bricchignolo a chiodo.
Presi i dovuti contatti con i manager delle Signorine dovrà considerare l’idea per un bricchignolo day.

 

 

Il pagellone

 

Spina : Voto 8
Bellissimo il Foulard rosa

 

Furlan : Voto 10 con lode
Uno spettacolo vederlo di traverso.

 

Fasolo : 8
Generoso come sempre ha persino aiutato a caricare i furgoni ed è rimasto fino alla fine

 

Organizzazione : voto 110 e lode
Ottima in tutto e per tutto! Finalmente i comuni danno lo spazio agli appassionati di motori che organizzano le migliori manifestazioni. Monselice con il suo

Palio di merda dovrebbe imparare!!!

 

Nikko Grippo: 8
La classe non è acqua e infatti si carbura con birrozze fresche ad ogni sosta

 

Fausto : 5
Primo grippaggio!!!

 

Ale : 7
Le staccatone sugli odiati 125 sono irrinunciabili!


L’angolo della tecnica
Foto, testo, disegni e S-GIANSI  di giorgio delle piole

Anche in questa occasione il geniaccio di Michelangelo, il Colin Chapman euganeo, l’Adrian Neway di Villa di Teolo, ci stupito con golose novità tecniche.
Sempre attento alla delicata gestione della carburazione, il nostro ha pensato bene di semplificare e rendere immediate le regolazioni nei concitati momenti della guida : Portando sul volante l’indicazione dello sprint carburetor !!!

 

con questo semplice accorgimento tiene sempre sotto controllo le regolazioni. Alonso ha già richiesto ai sui tecnici di riportare la stessa modifica al volante della  sua Ferrari!
Sempre legata alla gestione della benzina a bordo – ricordiamo che i rifornimenti in gara sono vietati – è la soluzione adottata dal Fasolo per il controllo del livello che gli permette di essere sempre in regola con il peso a fine gara senza essere mai sovrappeso!

 

 

 

Ultimo aggiornamento ( martedì 01 giugno 2010 16:51 )
 
AUTOSPRITZ - IL FLAGELLONE PDF Stampa E-mail
Scritto da Nicola Tessari   
mercoledì 14 aprile 2010 10:40

IL FLAGELLONE!!!

Di chi vuol leggere

 …a volte ritornano! 

La prima domenica dopo la Pasqua cristiana ha visto oltre alla ripartenza in Qatar del motomondiale, anche lo svolgimento di una manifestazione molto attesa da tutti gli appassionati di motori sparsi nel mondo.

La  terra del radicio trevisan ha ospitato, in quel di Caselle di Altivole, la seconda edizione del memorial Renzo Sernagiotto, appuntamento valido come seconda prova del campionato nordest nonché del Trofeo Lecont e ovviamente Trofeo Pista Verde, senza scordare la prima prova del campionato del mondo di Giro giro  tondo. Aggiunta al sempre presente  e ricco di emozioni e generosità Phenomenal Racing Legue.

Ma l’evento più atteso da ogni essere vivente presente sulle terre emerse del globo era il ritorno del Tabacaro in una gara titolata!

Ebbene si miei cari dementi che seguite questa rubrica!

Tra le file della compagine chiamata a rappresentare il PKC sui campi di gara vi era anche lui.

Come seconda guida del FTM corse a fianco del quasi inossidabile Mauro Spina con totale disprezzo del pericolo e senza alcuna dignità per la propria persona si è presentato a sul tracciato della Marca trevigiana a donare senza risparmio alcuno una giornata di spettacolo – o meglio –SPETTACOO.

Intervenuto a dare manforte e sostegno alla realizzazione di tale titanica impresa il pittore Michelangelo Fasolo.

Generoso come sempre in pista e fuori, il geniaccio di Villa di Teolo, ha deliziato e sbalordito tutti gli appassionati di tecnica con le sue intuizioni e realizzazioni (trattate nell’angolo della tecnica) che lo proiettano  sempre un passo, anzi ad un semaforo, davanti agli altri.

 Cronaca (nera) della gara.Testo di el tabaccaro , foto el fagiano 

Fin dai giri di prova libera del mattino su pista bagnata dal temporale notturno, che ha fatto temere per la mancata partecipazione del funambolo Furlan, si intuiva che la giornata sarebbe stata densa, ma che dico pregna anzi impestata di momenti emozionanti.

Con l’asfalto simile al “saon” la KF4 – TAG vedeva al via i ben 12 iscritti con il coltello tra i denti e la forchetta in mano.

Con Spina che si impone subito come riferimento tra i Touch and Go, Furlan a passeggio e il Fasolo in prova di carburazione, i KF4 dimostravano che una volta risolti i problemi di gioventù non ce n'è più per nessuno. A parte qualche fenomeno, infatti sono loro fin dalle prime battute a imporre le regole del gioco.

Nelle qualifiche - che leggete a parte- il pittore strappa il secondo posto tra i TAG e il sesto assoluto a due decime e mezzo dal pilota del FTM, Spina. Probabilmente sarebbe stato un paio di posizioni avanti se il tabacaro non lo avesse rallentato nel giro buono. Quest’ultimo si presenta in griglia 11esimo assoluto e quarto tra i TAG.

Prefinale amara per il pittore che si vede sfumare la possibilità di ben figurare a causa di un imbrattaggio del suo Super Rok. La partenza ripetuta più volte a causa d’incomprensioni tra  poleman e il resto del mondo, ha infatti visto il braccio alzato del Fasolo con il pugno chiuso a far capire che la sua aggressività stava già uscendo nel giro di lancio.

Uscito come sempre indenne dal classico mucchio della prima curva, Spina si  invola per  il terzo posto che terrà fino alla fine e aspetta un generoso e inesorabilmente penultimo Furlan in bilancia per le operazioni di pesatura. ”A lo ciapo par el coeo chel puteo !!!” il commento post gara del pittore.

La finale vede il solito fenomeno, sempre presente in ogni gara che meriti di chiamarsi tale, che tampona, aggancia e mette fuori gioco l’avversario che lo precede già nel giro di allineamento. Per staccare i mezzi si rende necessario l’intervento dei meccanici che devono smontarli per portarli via.

Ma è come al solito la prima curva, che focalizza l’attenzione dei tifosi e dove ci si deve soffermare con una minuta descrizione dell’accaduto per poter fare capire anche ai posteri l’emozione provata in quei concitati istanti.

Come in prefinale, il mucchio selvaggio si blocca causando caos: l’ottimo Furlan si attacca al freno e coppie un perfetto 180 gradi. Sfilato da tutti i concorrenti ed evitato come un capitello posto al bivio di una strada, si convince di essere baciato dalla fortuna per non aver terminato la gara e carriera in  un frontale. Ma da lontano arrivava una freccia verde. Il pittore attardato nuovamente da problemi alla carburazione – si scoprirà poi che aveva chiuso il tubo della miscela oltre il necessario interrompendo il flusso…- giungeva di gran carriera finendo la sua corsa addosso all’inerme Furlan. Spoiler danneggiato ma rapida ripresa per quest’ultimo, mentre il Fasolo terminava definitivamente la gara con il paraurti che bloccava la ruota posteriore. “ A go pensa de verlo copà” dichiarava alla stampa Fasolo mentre Furlan diceva “ …ma deo ca!! non te me ghe mia visto?”.

Spina si metteva al sicuro per la vittoria finale mentre Furlan rovinava una rimonta fatta sempre di traverso con staccatone al limite, per una ruota messa un po’ troppo oltre il cordolo.

   2° Prova Trofeo Alpe Adria Pista Verde   Risultati di TAG - Qualifiche
PosNum.NomeClasseTempo MiglioreNel GiroDiff
11Andrea AnastasioKF436.4308 
22Eddy MamprinKF436.45390.023
327Mauro SpinaTAG36.79890.368
43Alessandro ZamprognoKF436.928140.498
55Michele FasoloTAG37.14980.719
64Denis OttanianKF437.192140.762
735Monica CarlinKF437.31990.889
818Simone BenozziTAG37.35880.928
948Denny PrescianottoKF437.554101.124
1021Nicola FurlanTAG37.69381.263
1115Gabriele ZanchinTAG37.82571.395
1259Enrico Maria BettiniROTAX DD237.96671.536
Generato su 11/04/2010 11:30    Risultati di TAG - Prefinale
PosNum.NomeClasseGiriTempo TotaleDiff
11Andrea AnastasioKF4148:40.373 
22Eddy MamprinKF4148:41.1260.753
327Mauro SpinaTAG148:46.2015.828
43Alessandro ZamprognoKF4148:49.5349.161
54Denis OttanianKF4148:55.04314.670
635Monica CarlinKF4149:00.12119.748
718Simone BenozziTAG149:01.20320.830
815Gabriele ZanchinTAG149:02.62122.248
948Denny PrescianottoKF4149:03.51923.146
1021Nicola FurlanTAG149:07.82927.456
1159Enrico Maria BettiniROTAX DD2149:14.68234.309
DNF5Michele FasoloTAG 4.585DNF
Generato su 11/04/2010 15:12     Risultati di TAG - Finale
PosNum.NomeClasseGiriTempo TotaleDiff.Commento
11Andrea AnastasioKF41610:04.878  
227Mauro SpinaTAG1610:09.8044.926 
335Monica CarlinKF41610:15.9626.158 
43Alessandro ZamprognoKF41610:20.5534.591 
515Gabriele ZanchinTAG1610:23.0702.517 
618Simone BenozziTAG1610:25.1452.075 
759Enrico Maria BettiniROTAX DD2159:54.2571 Giro 
821Nicola FurlanTAG1510:02.0647.807 
92Eddy MamprinKF41410:20.7451 Giro 
DNF5Michele FasoloTAG 3.37714 Giri 
DNS4Denis OttanianKF4    
DNS48Denny PrescianottoKF4    
Generato su 11/04/2010 17:26   Il pagellone 

Spina : Voto 8

La sua esperienza paga e lo porta ad uscire dai grovigli. Vittoria di classe  ma contro i giovani e rampanti KF4 c’è poco da fare.

 

Furlan : Voto 5

Va bene lo spettacolo ma da un fenomeno come lui al rientro ci si aspettava di più

 

Fasolo : NC (che non significa notevoli capacità inespresse)

Purtroppo il Colin Chapman degli Euganei non può dimostrare tutto il suo potenziale a causa dei due ritiri, e per questo non può essere valutato. Ma il suo genio ci ha regalato primizioe tecniche di non poco tempo. Vince comunque il premio “load and reload” e il premio della giuria per il miglior piazzamento come “el zoba” perché dai box al parco chiuso, dalla pregriglia alla gara (Furlan docet) mette sempre il kart dove non deve,

 

Organizzazione : voto 4

dieci minuti dieci e con cattiveria per i concorrenti delle categorie interessate da gare bagnate per permette di attrezzarsi per il bagnato e tutta la calma per le premiazioni.

18.30 ultimo 125 in parco chiuso. 19.40 premiazione. Copeve con un fero rusine!

 L’angolo della tecnicaFoto, testo  e disegni di giorgio delle piole 

Edizione dedicata interamente o quasi alle intuizioni e opere del Fasolo euganeo.

Come noto la distribuzione dei pesi è basilare. Lo studio della ripartizione delle masse spinge il nostro ad arguzie mai pensate: posizionare la batteria dietro il radiatore per sfruttare la massa come forza di carico sulla ruota esterna in appoggio.

 

 

 

Altra importante novità riguarda la guidabilità del mezzo e la risposta alla necessità del pilota.

I piloti attuali richiedono una corsa del pedale tipo “on – off”. Fasolo per ovviare questa domanda di potenza immediata tira il filo del gas sopra il pedale con un accorgimento semplice ma efficace : un giro di nastro isolante.

  

Un importante innovazione arriva dallo sfruttamento della teoria del pendolo studiata fin da Galieo Galilei applicata al pescante del carburante nel serbatoio.

Di questa novità non possiamo ancora rendervi completamente partecipi perché è tenuta gelosamente nascosta dal Michelangelo.

Radio box dice che questo sistema permette al pescante di pendolare e di seguire la benzina che si sposta nel serbatoio a seconda dell’accelerazione o frenata.

  

Novità più gustosa riguarda l’acquisizione dati.

Sul mezzo di Fasolo era presente un sensore posto sulla corona di derivazione ciclistica per la cattura del dato della velocità di punta.

La speed trap del pittore ha registrato valori di 128 km/h che sul tracciato di Treviso significa volare!

Questo indica oltre tutto un accurato studio aerodinamico e telaistico del mezzo da parte dell’artigiano di Teolo che con la sua passione e perspicacia ci regala sempre ottimi spunti di riflessione.

 

Un particolare va dato al concorrente n 18.

Interessanti le maniglie per il sollevamento del kart dal posteriore…ottime anche come mezzo antintrusione data la sporgenza oltre il paraurti di buoni 10 centimetri.

Qualche problema per il trasporto del mezzo che vede il carrello forato per farle fuoriuscire. La motorizzazione ha concesso l’omologa per trasporti eccezionali.

Domanda : se proprio necessarie al sollevamento non bastava farle svitabili ??? comunque attenzione Michele Fasolo nuovi protagonisti tecnici si affacciano sul tuo cammino!!

 

Ultimo aggiornamento ( mercoledì 14 aprile 2010 11:29 )
 
Questa volta per Schumacher sara' dura. PDF Stampa E-mail
Scritto da Nicola Tessari   
martedì 09 marzo 2010 22:59
Schumi in azione con la Mercedes. Epa
MILANO, 9 marzo 2010 - Per gli organizzatori dei GP e per Bernie Ecclestone il suo ritorno è una manna dal cielo. Per i suoi colleghi piloti è invece probabile fonte di qualche apprensione. E se Michael Schumacher fosse più veloce di tanti più decantati giovanotti? Certo c'è l'incognita Mercedes, sarà importante che anche la vettura tedesca gli dia una bella mano a essere tra i migliori. Però la curiosità a tre giorni dalle prime prove libere del GP del Bahrain che inaugura la stagione è sempre più grande. Il più titolato pilota della storia sarà ancora competitivo ai massimi livelli?

bentornato — Per ora da parte dei colleghi era sempre stato un fioccare di "bentornato", "è importante per la F.1 che sia di nuovo qui" e altre amenità simili. Adesso che i motori stanno per riaccendersi il tenore delle dichiarazioni inizia a farsi diverso. Ci ha pensato Mark Webber a scaldare l'atmosfera togliendo il tappeto rosso di bentornato al tedesco: "Schumacher? Per lui sarà una stagione dura - ha detto l'australiano della Red Bull al Daily Telegraph - penso che andrà tutto bene, ma non ho mai visto un rientro fenomenale. Quando la seconda carriera è mai stata migliore della prima?". Poi Webber ha rincarato puntando anche sul fattore anagrafico: "Per le nuove generazioni è le auto sono più facili da guidare, questi ragazzi hanno talento, non c'è dubbio, ma ora le cose sono più semplici. C'è il servosterzo e tante altre cose che rendono le automobili più semlici. Ecco perché‚ questi ragazzi possono farla franca".

bello alla ferrari — Anche Sebastian Vettel mostra i muscoli: "Schumi? Un rivale come gli altri" ha detto senza alcuna esitazione, lui che in Germania è considerato l'erede designato e quest'anno punta con decisione al titolo. Un po' più diplomatico, ma nemmeno troppo, l'iridato in carica Jenson Button: "Siamo tutti curiosi - ha detto l'inglese - e non tanto per i 41 anni ma perché riparte da un nuovo team. In Ferrari ha sempre avuto tutto quello che voleva, ma ora sarà in un nuovo team e la F.1 è molto diversa da quando l'ha lasciata". Come a dire, preparati a mangiare anche un po' di polvere.

incubo — Le dichiarazioni un po' fuori dal coro sono quelle di chi ci ha corso insieme a lungo, e sa che tipo di incubo possa essere avere Schumi come compagno di squadra, Rubens Barrichello. Il brasiliano ne ha parlato dopo uno dei primi test spagnoli della stagione. "Rosberg? Se fossi in lui scapperei - ha detto riferendosi al compagno di squadra di Michael - in base a quello che so io e vedendo cosa sta facendo qui ai test Michael, credo che per Nico sarà un campionato molto duro". Domenica ne sapremo di più. Di una cosa al paddock tutti sono sicuri, colleghi inclusi: Schumacher non torna solo per divertirsi. Quanto basta per stare molto all'erta.

Fonte Gazzetta.it

Ultimo aggiornamento ( martedì 09 marzo 2010 23:04 )
 
Addio alla F1 su sky!! PDF Stampa E-mail
Scritto da Nicola Tessari   
martedì 09 marzo 2010 22:50
Formula 1: addio Alta Definizione!

Proprio nel momento in cui tutti rivolgono il proprio sguardo all'alta definizione, quindi all'HDTV (High Definition Television) e ai televisori Full HD, nonché certificati 3D (TV LCD, lettori Blu-ray e occhialini), dal mondo dello sport arriva una notizia che, agli appassionati delle corse domenicali, lascerà dell'amaro in bocca.

Stiamo parlando della Formula 1 e dell'impossibilità di assistere al Gran Premio 2010 in alta definizione. Un notevole passo indietro sotto il profilo dell'innovazione tecnologica, dettato dal mancato rinnovo del contratto da parte di Sky con la Formula One Management, capeggiata dall'inglese Bernie Ecclestone.
Il colosso della TV satellitare ha infatti trasmesso negli ultimi anni le gare del GP in alta definizione sui canali Sky Sport, ma il calo degli ascolti via via registrato, ha giocato un ruolo fondamentale nell'andamento delle cose. 

Contemporaneamente, la Rai, che quindi sarà l'unica emittente del GP, ha deciso di trasmettere le gare in 16:9, ma in definizione standard. Laddove i costi non valgono quanto le entrate, evidentemente il concetto di tecnologia incondizionata decade.
La speranza è che la prossima stagione inverta la tendenza degli ascolti. Tutto dipenderà dalle prestazioni della Rossa di Maranello e da quello che potrebbe essere il confronto dell'anno: Fernando Alonso (nella foto) - Michael Schumacker, anche se a ruoli invertiti rispetto al passato.

 
Pubblicazione nuovo Sito! PDF Stampa E-mail
Scritto da Nicola Tessari   
mercoledì 20 febbraio 2008 00:01

Un salutone a tutti.
Il nuovo sito del Padova Karting Club e' stato pubblicato.
Registratevi sul forum per valorizzare la nostra comunità.

 
Runione ogni primo venerdì del mese. PDF Stampa E-mail
Scritto da Carlo Tessari   
mercoledì 11 ottobre 2006 23:13

Ogni primo venerdi' del mese grande appuntamento presso la pizzeria "Al Vecio Cason" di Padova. Non Mancate

Ultimo aggiornamento ( martedì 26 febbraio 2008 21:19 )
 
Sondaggi
Padova Karting Club, Sito Internet e Forum nuovi. Che ne pensate?
 
Chi è online
 6 visitatori online
Pubblicità
Link consigliati:
Joomla!
Joomla! Il più popolare CMS del mondo. Un progetto Open Source.
Joomla!Italia
Joomla!Italia, supporto, distribuzione del CMS Joomla! e sviluppo estensioni.
Joomla.it
Sito ufficiale per la distribuzione italiana di Joomla!
Joomlahost.it
Il primo hosting dedicato a Joomla.